Piemonte, aggiornamento varietale delle nettarine a polpa gialla

Descrizione delle caratteristiche delle principali cultivar con i rilievi 2015


http://www.rivistafrutticoltura.it/

I risultati della sperimentazione relativa al confronto varietale, che il Creso realizza presso il Centro Ricerche di Manta, si traducono in una “lista delle varietà consigliate” per i nuovi impianti. Queste sono annualmente proposte all’attenzione dei frutticoltori e degli operatori commerciali durante i collaudati incontri tecnici che si svolgono nella stagione estiva. Di seguito una breve descrizione delle principali cultivar di nettarine a polpa gialla aggiornata con i rilievi 2015. In grassetto quelle presenti in lista.

Le più precoci

Circa una settimana prima matura Carene® Monecar*. La forma del frutto è tondeggiante con esteso sovraccolore rosso scuro. Molto buono il sapore, dolce, molto aromatico con bassa acidità. La pezzatura è medio-piccola. Presenza di rugginosità. L’albero è di scarso vigore. Cinque giorni prima di Big Top matura Big Haven® Honey Haven*. È di aspetto molto attraente, tipo Big Top, con polpa di buona consistenza, ma il sapore è compromesso dall’eccessiva acidità della polpa. Un paio di giorni dopo Big Top troviamo Honey Fire*. L’albero è di vigoria media con portamento aperto. Elevata e costante la produttività. Media la pezzatura, potenzialmente inferiore al testimone. La forma è tondeggiante, regolare. Molto intensa e attraente la colorazione, Big Top-simile. Sensibile a inking. Polpa di buona consistenza; sapore buono, dolce e aromatico, con bassa acidità. Presenza di umbone. Nel complesso non superiore a Big Top® Zaitabo* che rimane la cv di riferimento per le precoci. Quest’anno l’andamento climatico sfavorevole ha evidenziato i suoi noti punti deboli che sono la sensibilità allo scatolato e la produttività che può risultare appena sufficiente. In epoca Independence matura Alitop*. Ha confermato in tutti i distretti produttivi un ottimo comportamento di pieno campo, raccogliendo positivi riscontri da tutta la filiera, sia agronomici sia commerciali. Si segnala la scarsissima sensibilità a scatolato. Elevata la produttività che garantisce ottime rese unitarie. Produce in prevalenza su rami misti corti. L’albero, di vigore intermedio, è facilmente gestibile. Si consiglia di favorire il rinnovo vegetativo nella parte basale della pianta, che tende a esaurirsi, con la formazione di branche di buona struttura. I frutti, di forma oblunga regolare, sono di grossa pezzatura. L’aspetto è attraente con esteso colore rosso intenso e brillante su fondo giallo-verde. Il sapore è molto buono, dolce con bassa acidità. Elevata la tenuta di maturazione in pianta e la serbevolezza. Ha dimostrato buona adattabilità alle lunghe filiere, in lavorazione e nei trasporti. In epoca Alitop si è distinta la recente Gea*, caratterizzata da albero di medio-scarso vigore con buona attitudine al rivestimento. Si consiglia in combinazione con portinnesti vigorosi. Il frutto, di aspetto molto attraente, ha forma tondeggiante, regolare. Il sovraccolore è rosso scuro, brillante, di elevata estensione. Grossa la pezzatura. Occorre distribuire bene il carico produttivo per evitare pezzature eccessive. Polpa di buona consistenza, mediamente succosa. Molto buono il sapore, dolce e aromatico. Buona la tenuta di maturazione in pianta. Da verificare le rese unitarie. Un’altra italiana di pari epoca, Pit Lane* è caratterizzata da produttività media in corso di valutazione. Media la pezzatura del frutto, (A prevalente). Aspetto attraente con sovraccolore rosso intenso su oltre il 95% della buccia. IL sapore è buono, sub-acido, Big Top simile. Da segnalare la presenza di umbone nel 2015.

Più ampia finestra di raccolta

In epoca Diamond Ray* matura Nectariane* Nectapom®28 avviata (insieme a Nectareine*) alla sperimentazione estesa nel 2011. Il frutto è di buona pezzatura con forma tondeggiante, regolare. Aspetto attraente con sovraccolore rosso intenso esteso sul 70-90% della buccia, brillante e luminoso. Scarsa la presenza di rugginosità. Semi-aderente la polpa, con struttura compatta, succosa e croccante, a lento intenerimento. Ampia la finestra di raccolta. Il sapore è molto buono, dolce e aromatico, con bassa acidità. L’albero richiede un’attenta gestione in verde volta a garantire un ottimale rinnovo vegetativo indispensabile per regolare la produzione e migliorare pezzatura e qualità. Da evidenziare la produttività incostante causata da cascola di gemme a fiore, rilevabile nella fase di germogliamento; segnalata nel 2011 in azienda sperimentale. Nel 2014 in poche aziende in zone climaticamente più difficili. Nel 2015 in azienda sperimentale e in un numero importante di aziende sparse su tutto il distretto peschicolo, con compromissione quasi totale della produzione. Per questo motivo, nonostante le ottime caratteristiche pomologiche, se ne sconsiglia l’utilizzo per i nuovi impianti.

Nectareine* Nectapom®29 in media posticipa la maturazione di circa una settimana rispetto a Nectariane e grazie all’ampia finestra di raccolta arriva quasi a Nectaross. La produzione 2015 è stata elevata come la tenuta in pianta e nei processi post-raccolta. Si conferma la costanza produttiva. Frutto tondeggiante regolare, di buona pezzatura se ben diradata. Attenzione a non anticipare lo stacco, la pezzatura e la colorazione migliorano molto in prossimità della maturazione di raccolta. Il sovraccolore è rosso intenso esteso sul 65-85% della buccia, brillante e luminoso. Scarsa la presenza di rugginosità. La polpa è semi-aderente, con struttura compatta e croccante, a lento intenerimento. Elevata la succosità. Buono il sapore, molto dolce e aromatico con bassa acidità. L’albero è esigente in merito a equilibrio vegeto-produttivo (diradamento e potatura verde). Positivi i risultati riguardo alla risposta al diradamento meccanico con ottime ricadute sulla qualità globale della produzione.

Interessanti i primi riscontri di Pit Stop*. L’albero è di elevata vigoria. L’entità di fioritura è stata medio-scarsa nel 2015. Discreta la pezzatura del frutto (A-AA prevalente) di forma oblungo/rotonda, mediamente regolare con presenza di frutti con umbone. L’aspetto è molto attraente: sovraccolore rosso intenso, semi-luminoso su oltre il 90% della buccia. Rugginosità molto scarsa. Polpa di buon sapore, molto dolce, sub-acido. (12,6 ° Brix – 4,4 meq/100 ml). Da verificare produttività e tenuta di maturazione in pianta, soddisfacente nel 2015. Si propone l’inserimento in lista di programmazione. Positive le impressioni, riferite alla prima produzione, dagli impianti pilota. A seguire matura Conquette*. Pezzatura prevalente AA-A. Oblunga la forma, mediamente simmetrica. L’aspetto è attraente con sovraccolore rosso brillante su oltre l’80% della buccia. Polpa di elevata consistenza, poco succosa. Buono il sapore buono, molto dolce e aromatico. (14,2° Brix – 5,9 meq/100 ml).

Il periodo tardivo

Nel periodo successivo a Stark Red Gold, interessanti le prime osservazioni su Red Devil*. Frutto di forma tondeggiante con pezzatura A prevalente. Attraente la colorazione del frutto con sovraccolore rosso intenso, brillante su quasi la totalità del frutto. Buona la consistenza della polpa. Il sapore è buono, acidulo e mediamente aromatico (12,4 ° Brix – 16,1 meq/100 ml). Nel periodo tardivo Orion* rimane la cultivar di riferimento anche se farebbe comodo una alternativa più colorata e di sapore dolce con bassa acidità. A riguardo si è distinta Orine® Monerin*, con frutto tondeggiante di ottimo sapore molto dolce con bassa acidità. La pezzatura potenziale non sembra all’altezza di Orion*. Qualche giorno dopo Sweet Red* che rimane il riferimento per l’epoca, matura Nectagala* Nectapom®32. L’albero è di facile gestione con elevata e costante produttività. Buona la pezzatura del frutto, di forma rotondo-oblungo non molto regolare. Il sovraccolore, non molto luminoso, è esteso sul 60-70% della buccia che è risultata sensibile a rugginosità. La polpa è a lento intenerimento con ampia finestra di raccolta ed elevata tenuta in pianta. Buono il sapore, dolce e aromatico con limitata acidità. Polpa semi-aderente, con struttura compatta e croccante. Elevata la succosità. Tra le più recenti segnaliamo Dorane*. Buona la pezzatura del frutto di forma tondeggiante regolare. Il sovraccolore è rosso intenso, di buona estensione. Tendenzialmente acidulo il sapore, tradizionale con buon aroma.


Pubblica un commento