Rientrata la crisi delle quotazioni –

La crisi delle quotazioni che si era vista la settimana precedente è fortunatamente parzialmente rientrata.

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 29 novembre al 6 dicembre 2010)

Peperoni_gialli.jpg

La crisi delle quotazioni che si era vista la settimana precedente è fortunatamente parzialmente rientrata.
Durante la settimana si è vista una certa stabilità dei prezzi, il mercato è ripartito pur non dando esiti esaltanti. Da segnalare una situazione che appare senz’altro grave per le clementine, i prezzi sono veramente bassi. Ridotto rispetto al solito anche il consumo di arance.
Per gli ortaggi è da notare che l’offerta spagnola è fortemente diminuita visto il maltempo che grava su tutte le aree orticole del paese iberico, la minor offerta spagnola ha condizionato il mercato positivamente.
I ribassi sono stati in genere di lieve entità e hanno interessato i cetrioli, le melanzane ovali (che però erano scese di 25 cent in precedenza), i pomodori insalatari tondi (si aggiungono 10 cent al ribasso di 50 cent kg già visti) – ribassi anche per le arance Navel, più rilevante la discesa delle quotazioni delle clementine: il mercato si è ingolfato. In discesa le quotazioni delle mele: in questo caso il ribasso dei listini è stato presumibilmente deciso per smuovere un mercato che era apparso dapprima brillante anche davanti a quotazioni relativamente elevate, ma che poi si era arenato, con consumi sempre più limitati.

 

TV_10_49_tab_peperoni

 

Da notare alcuni rialzi: in primo piano i peperoni (la diminuita pressione spagnola è sicuramente la ragione), i sedani (in recupero dopo i ribassi), le zucchine (chiare medie cala[bresi attorno a 2 euro kg, scure medie siciliane a 1,20-1,30 euro kg). Stabile l’uva da tavola e le pere. Alcuni particolari: cavoli broccoli in rialzo (+10 cent kg) a 0,80-1 euro kg, cappuccio a 0,35-0,50 euro kg, cardi gobbi a 1,30-1,50 euro kg, in ripresa le lattughe gentile a 0,801,00 euro kg, i pomodori datterini stabili a 2,40-2,60 euro kg, ancora in notevole rialzo i costoluti a 1,80-2,30 euro kg (+0,40 euro), i cuore di bue a 1,20-1,40 euro kg (20 cent).
Gli spinaci ricci a 0,80-1 euro kg. Le prime arance Tarocco del 6 a 1-1,20 (8 a 0,90-1 euro kg). All’esordio anche i mandarini Avana che hanno avuto una ripresa della domanda: 1x a 0,90-1,10 euro kg.

 

 
Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

 


Pubblica un commento