Il mercato ha assunto una connotazione autunnale –

Durante la settimana si sono confermate le tendenze osservate in precedenza. Il mercato ha assunto una connotazione autunnale, in netta impasse la frutta estiva (pesche, nettarine, meloni e angurie) oltre all’uva da tavola buono il tono delle quotazioni di molte specie di ortaggi.

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 7 al 14 settembre)

cipolle.jpg

Durante la settimana si sono confermate le tendenze osservate in precedenza. Il mercato ha assunto una connotazione autunnale, in netta impasse la frutta estiva (pesche, nettarine, meloni e angurie) oltre all’uva da tavola buono il tono delle quotazioni di molte specie di ortaggi.

I rialzi più interessanti hanno toccato diverse specie di ortaggi da foglia (bietole e lattughe: +50 cent circa – si nota l’importazione di trocadero dalla Germania) oltre che i pomodori insalatari (+30 cent, in due settimane +50 cent), i pomodori S. Marzano e Cuore di Bue, i radicchi veneti (+25 cent – in arrivo però prodotto a quotazioni inferiori dall’Abruzzo) e le zucchine (di buona qualità dal Nord Italia: +30 cent).

Rialzi più contenuti ma pur sempre interessanti sugli ultimi cavolfiori delle zone alpine nazionali (molto il prodotto che arriva dalla Germania e, più tradizionalmente, dalla Francia), sui cetrioli, sui fagiolini e le melanzane lunghe.

Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi:
http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento